Inquietudine teorica e strategia del gigioneggio

3 dicembre 2007

Un giorno da leone e una faccia da pecora, favola per pastori erranti e principi piccoli

Filed under: Animali,Filosofia,Natura — luca8jdm @ 11:07 pm
Tags: , , , ,

Come quasi tutti gli animali, anche le pecore hanno una gamma minima di fisionomie, espressioni facciali atte a manifestare lo stato di benessere, e in un certo senso l’umore, dell’animale.

Cosa intendiamo per stato di benessere? Adesso attenzione.

Ci sono fattori e parametri che permettono di identificare in maniera semplice e infallibile il significato delle espressioni facciali pecorine: considereremo ovini “infelici” quelli acciaccati da malattia o zoppaggine; quelli che stanno soffrendo la sete o un digiuno, o condizioni atmosferiche rigide; che vivono in un ambiente insalubre o troppo angusto per tutto il gregge; che hanno recentemente subito o che spesso subiscono violenza e abusi fisici; che dormono poco o male. Fin qui è chiaro no?

Per gli opposti motivi classificheremo come pecore “felici” quelle pasciute e in salute, che godono di buon sonno e che vivono in un ambiente sano.

Ora, una pecora felice ha una faccia significativamente diversa da quella di una pecora infelice, credeteci;

una pecora stressata tende a tenere gli occhi sgranati, le orecchie tese verso l’alto, i muscoli della mascella contratti, tanto per dirne alcune;

così, una pecora soddisfatta tende a socchiudere le palpebre, a tenere le orecchie flosce, i muscoli della mascella rilassati, e insomma ci siamo capiti.

Ebbene, finalmente l’eccezionale particolarità delle pecore: degli studiosi hanno periodicamente sottoposto a un gregge di pecore felici le fotografie di pecore stressate e stanche. Questo le ha rese gradualmente più agitate, belanti e inappetenti. Infelici.

Viceversa, gli stessi studiosi hanno mostrato quotidianamente a un gregge di pecore infelici e nervose le foto di pecore contente e sane, cosa che le ha progressivamente tranquillizzate, rendendole più distese e serene.

La poesia: non solo il docile ovino ha la sorprendente capacità di riconoscere ed elaborare le facce e le espressioni dei suoi simili ritratti in fotografia, ma, soprattutto, è fortemente sensibile, dal punto di vista emozionale, allo stato d’animo dei suoi parenti.

La pecora lieta e pasciuta che viene a conoscenza dell’esistenza di suoi simili nervosi, affaticati e sofferenti si risente, prova istintivamente disagio e dispiacere, forse frustrazione. La propria impotenza di fronte all’infelicità del prossimo la turba e la angoscia.

Ancor più incredibilmente: la pecora infelice, che conduce una vita dolorosa di cui non capisce il senso, si consola al pensiero che da qualche remota parte, una qualche sua simile sconosciuta è felice; dalla felicità degli altri trae un genuino appagamento. “Ma sì, ma sai che ti dico, se quello che faccio, se lo schifo in cui vivo, permettono a qualcuno di essere felice, vaffanculo, a me va bene così.”

Meglio un giorno da leone che cento anni da pecora, per vivere da pecora ci vogliono le palle.

Annunci

5 commenti »

  1. Evviva Luca, la musa ispiratrice! Ave alla musa, onore alla filosofia pecorina!

    Commento di kotbehemot — 3 dicembre 2007 @ 11:27 pm | Rispondi

  2. Evviva Gloria, il demiurgo creatore! Guah!

    Commento di luca8jdm — 3 dicembre 2007 @ 11:30 pm | Rispondi

  3. Te piace la pecorina, eh Gloria?

    Commento di Brighelleggero — 11 dicembre 2007 @ 2:55 pm | Rispondi

  4. …e per vivere da pastore? venite a vedere qui da me… http://pascolovagante.splinder.com

    Commento di marzia — 29 aprile 2008 @ 6:12 pm | Rispondi

  5. Le capre di razza vallesana sono molto belle. Sapevate che esiste una razza di capra messinese? http://www.agraria.org/caprini/messinese1.JPG

    Commento di La capra che suona il violino — 30 aprile 2008 @ 1:00 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: