Inquietudine teorica e strategia del gigioneggio

21 giugno 2008

Iran, il motore del rinnovamento

Filed under: Attualità,Citazioni,Popoli e politiche — kotbehemot @ 1:35 pm
Tags: , , ,

Oltre il 60% degli studenti universitari sono donne. In un regime come quello iraniano la cosa è tanto imbarazzante che sono state fissate “quote azzurre” per garantire un buon numero di studenti maschi. Ma intanto il femminismo avanza, il regime ha cominciato a correre ai ripari, e una femminista di 21 anni è stata condannata a 5 anni di carcere per aver “complottato contro la sicurezza dello Stato”, cioè aver organizzato incontri e campagne contro le leggi discrimitatorie che limitano i diritti delle donne. Spero che la comunità internazionale faccia abbastanza pressioni perchè venga liberata. Ma per quante ragazze possano arrestare  un giorno saranno più colte dei loro mariti  e avranno più potere. L’ evoluzione è avviata e nemmeno dio potrà fermarla.

29 maggio 2008

Filed under: Attualità — kotbehemot @ 12:18 am
Tags: , , , ,

9 maggio 2008

Banale, ma le ricorrenze sò ricorrenze

30 aprile 2008

Bossi dichiara

“Ho un esercito di martiri, 300mila uomini armati pronti a battersi. Se la sinistra vuole scontri, i fucili sono caldi.” Leggendo, ho pensato esattamente questo.

“Pazzia?? Questa è Sparta!”

Ah, per chi dice che io posto solo nei giorni con ricorrenze interessanti, ecco la lista del 30 aprile.

Giorno della bandiera in Svezia.

Nel 1945 si suicidano Adolf Hitler e Eva Braun.

Nel 1982 nasce Kirsten Dunst e muore Pio La Torre, anche lui martire, non leghista ma della lotta alla mafia, big man. Ucciso insieme a Rosario Di Salvo in un agguato mafioso.

E stanotte è morto Albert Hoffman, il papà dell’Lsd.

2 aprile 2008

NOOOOOOOOO

Da Repubblica “il conto alla rovescia per le elezioni del 13 e 14 aprile era praticamente partito, ma le lancette dell’orologio potrebbero essere costrette a fermarsi. Il clamoroso annuncio arriva dal ministro dell’Interno Giuliano Amato, che non ha escluso uno slittamento della consultazione dovuto alla sentenza del Consiglio di Stato che riammesso nella competizione la Democrazia Cristiana di Giuseppe Pizza.”

Mi viene da piangere… ho comprato il biglietto DELL’AEREO un mese fa per tornare per le elezioni,denza neanche sconto elettorale, tutti i miei colleghi hanno già preso il biglietto del treno, una ragazza di catania mi ha detto che deve fare 15 ore di treno, nella migliore delle ipotesi, perchè i prezzi degli aerei sono già saliti a dismisura… non ci potete cambiare la data delle elezioni a due settimane… tra l’altro, scusate l’ignoranza, perchè democrazia cristiana non era stata ammessa alle elezioni? maledetti cialtroni

secondo voi posso chiedere il rimborso del biglietto a Giuseppe Pizza?

3 febbraio 2008

Citazione

E’ pericoloso vivere in un regime, ma ancor più in una democrazia dove la gente crede di vedere e ascoltare delle verità, quanto invece si tratta di manipolazioni

Marjane Satrapi

2 febbraio 2008

Petizione

Filed under: Attualità,Leggi e diritto,Link — kotbehemot @ 1:46 am
Tags: , ,

In Afghanistan un giovane giornalista è stato condannato a morte per aver scritto un articolo contro il fondamentalismo.

Da questo link a una pagina di Repubblica si può firmare un appello per la sua liberazione

Appello per Sayed Pervez Kaambakhsh

17 gennaio 2008

Lady M. , un’offesa alla nostra intelligenza

Mentre le palline rotolano gioiose, la famiglia Mastella viene perseguitata. Perchè cattolica, pare. Ho chiesto ad un’amica cattolica se si sente perseguitata. Ha risposto di si. Ha detto : ” mi sento perseguitata dai democristiani!“.

Concludo citando Marco Travaglio che si è espresso al riguardo: “Che aspettano a invitarli a parlare alla Sapienza?

18 dicembre 2007

Sondaggio sulla battuta X di Luttazzi

Per merito di gloria voi tutti (HA HA HA) conoscerete le recenti vicende di Daniele Luttazzi e della sua trasmissione Decameron, e quindi anche la battuta che avrebbe portato alla sospensione. Detto questo, si tenga conto che questo (inutile) post, frutto di (inutili) riflessioni notturne, vuole soffermarsi unicamente sul valore della battuta.

Secondo me siamo di fronte ad un geniale accostamento di immagini molto diverse, ad un artistico passaggio da un estremo all’altro:

Da una parte c’è la notizia, la verità, la dichiarazione di Berlusconi insomma. E questo è un estremo, e pure grosso. Perchè in effetti il discorso adesso si sta spostando sul problema della censura, ma il vero dibattito andrebbe fatto sulle cazzate (appunto estreme) di Silvio (di cui io rimango comunque un estimatore). L’estremismo in questo caso è politico e ideologico, è l’estremismo dell’uomo di stato che giustifica il suo terrificante operato con argomentazioni da baretto.
Cito testualmente dall’articolo del corriere del 31 ottobre, che avrebbe meritato più risonanza: “io la guerra in Iraq non la volevo, io ritenevo che si sarebbe dovuta evitare un’azione militare”. Questa frase di per se fa già ridere, perchè contiene un “MA” invisibile. Cioè ok, tu non la volevi, tu ritenevi che. Ma? Ma perchè poi hai fatto come hai fatto? Ti dispiaceva lasciare da soli gli anglofoni? Questa è politica (anzi questa è guerra), mica la partita a porta romana, che magari non la vuoi fare e allora stai in porta per far contenti gli amici.

Ecco, dall’altra parte c’è la reazione di un cittadino che legge ste cagate sul giornale. Queste insopportabili cagate. E visto che sono insopportabili, visto che non si possono sopportare in silenzio, si reagisce.
L’uomo mediocre lo fa sfogandosi con un articolo critico nei confronti di Berlusconi, possibilmente postato sul blog di una scema di nome gloria. Il genio lo fa partorendo qualcosa di più estremo delle cazzate estreme di Berlusconi. Qualcosa che sia orrido sì, ma gratuitamente e irragionevolmente. Un estremo la cui costruzione richieda quindi riflessione e lavoro, ma che sia anche genuino ed emotivo. No, non emotivo: viscerale.
Quindi, innanzitutto, Luttazzi genio. In secundis, sì, a me sta battuta fa ridere e tanto, e voglio che chi legge (he he, lo so, nessuno) si schieri. Non sulla censura o sulla politica estera di Berlusconi non me ne frega nulla. Questa battuta fa ridere o non fa ridere. Dico subito che il parere più atteso è quello di Alessio la cui sapienza illumina noi tutti.

Avete visto che le extreme ideas si stanno diffondendo, eh cazzo.

P.s.: Mentre tutta questa inutilità fa bello sfoggio di sè, gloria insinua poco velatamente che in questa storia ci possa essere lo zampino papale. Non solo, la mia sexy boss (è così che amiamo chiamare gloria) arriva a proporre uno sciopero del tubo catodico. Voglio dire, porca vacca che valìa.

11 dicembre 2007

Per essere precisi

Filed under: Attualità,Televisione — kotbehemot @ 12:54 am
Tags: , , ,

Poichè oggi ho avuto qualche difficoltà a trovare la frase precisa per la quale, ufficialmente, il programma Decameron è stato brutalmente censurato, la trascrivo qui. Ribadisco il concetto, non è legittimo cancellare un programma per una cosa del genere. Per fortuna leggo sul blog di Luttazzi che ha denunciato la cosa, e quindi i carabinieri hanno sequestrato tutte le registrazioni. Nessuno potrà eliminare tutto il suo lavoro, almeno per il momento. Prima o poi forse potremo vedere la puntata sull’enciclica del papa.

“Dopo 4 anni guerra in Iraq, 3.900 soldati americani morti, 85.000 civili iracheni ammazzati e tutti gli italiani morti sul campo anche per colpa di Berlusconi. Berlusconi ha avuto il coraggio di dire che lui in fondo era contrario alla guerra in Iraq. Come si fa a sopportare una cosa del genere? Io ho un mio sistema, penso a Giuliano Ferrara immerso in una vasca da bagno con Berlusconi e Dell’Utri che gli piscia addosso, Previti che gli caga in bocca e la Santanchè in completo sadomaso che li frusta tutti”

10 dicembre 2007

Luttazzi rocks

Qualche giorno fa parlavo della censura in tv, e devo proprio portare sfiga (cosa ormai accertata da tempo) perchè si è consumato un gravissimo episodio di censura. E non parlo delle tette della Gregoraci (maschietti miei non allarmatevi) nè delle stronzate di qualche programma trash, ma del già martirizzato Luttazzi, che ha visto cancellare il suo programma da La7, che teoricamente avrebbe dovuto salvarlo dall’oblio televisivo! E con quale scusa imbecille! Cioè , ufficialmente, a causa di alcune frasi (obiettivamente disgustose, ma per niente offensive in quanto chiaramente SATIRICHE) su Giuliano Ferrara, il quale tra l’altro non si è affatto lamentato (e come potrebbe, è uno dei personaggi più bersagliati della tv). Al massimo, sarebbe stato comprensibile un richiamo da parte dei dirigenti dell’emittente, se davvero avessero orecchie tanto delicate da sentirsi offesi, ma cancellare del tutto un programma satirico è scandaloso, criminale, e potrei continuare per ore. Altra cosa sospetta, la cancellazione improvvisa è avvenuta una settimana dopo la messa in onda della puntata sotto accusa,guarda caso subito dopo la registrazione della puntata in cui Luttazzi critica la nuova enciclica di papa Adolf. In entrambi i casi, che sia per Ferrara o per il papa, si tratta di una violenza bella e buona. E come al solito passerà sotto silenzio. Sappiamo che la tv ormai è sommersa dal fango. Smettiamola di pagare il canone rai. Spegniamo le tv. Usiamo internet e i giornali per informarci, la sera guardiamo film (affittateli, comprateli o scaricateli) riprendiamoci il tempo libero per leggere o prenderci un attimo di silenzio. Telefilm e sitcom scarichiamole o guardiamole su youtube. O compriamole, se abbiamo i soldi. Ma basta merda-tv, e che cazzo.

Dal dizionario: «l’azione di rilevare, mettendoli in ridicolo, vizi, difetti, debolezze e ogni altra forma di comportamento negativa di individui, gruppi, categorie, istituzioni della società di un’epoca o di tutta l’umanità, con l’intento di provocarne con la denuncia, il rifiuto e la condanna»

tutti sono d’accordo, per tutti Luttazzi senz’alcun dubbio fa satira. Ma allora perchè?

www.danieleluttazzi.it

8 dicembre 2007

Non ho voglia di tuffarmi in un gomitolo di cacca

Filed under: Animali,Attualità,Popoli e politiche — kotbehemot @ 4:29 am
Tags: , , , ,

Purtroppo mi è impossibile recuperare il post che avevo scritto sulla richiesta di danni da parte dei nostri amicici savoia. Definire quel post “antimonarchico” mi sembra sbagliato, in quanto io non riesco a considerare quei quattro sciacqualattughe monarchi di qualsiasi genere. Come avevo già scritto, io sono molto più regale (senza nessuna autoironia) e lo è anche la vecchietta mia dirimpettaia,e la commessa che oggi mi ha venduto gli occhiali, e renato vallanzasca grande bandito ma anche uomo che paga per le proprie responsabilità (tanto per fare qualche esempio).

Il personaggio che più mi disgusta di tutta la sacra famiglia è quell’infame criminale di Vittorio Emanuele (gli altri che io sappia non hanno fatto niente di illegale, ma li considero nel migliore dei casi patetici). Comunque, parliamo di V.E. : assassino, ladro, truffatore, puttaniere,trafficante di armi, drogato, adultero, maiale, nemico della repubblica, fascista e blablabla. Fate un salto su wikipedia per vedere l’elenco delle sue varie accuse.

Riporto, come nel vecchio post, una frase da lui pronunciata (ben sapendo di essere intercettato) : « Questi giudici sono dei poveretti, degli invidiosi, degli stronzi. Pensa a quei coglioni che ci stanno ascoltando: sono dei morti di fame, non hanno un soldo. Devono stare tutto il giorno ad ascoltare, mentre probabilmente la moglie gli fa le corna. »

Invidiosi… semmai disgustati. Caro Vittorio Emanuele, come erede (per fortuna ne siamo scampati) di una famiglia reale, sarai ricordato PER SEMPRE per quello che sei, per lo schifo che hai fatto e che hai detto, come rampollo scampato e fallito di una famiglia esiliata, come criminale. UNA MERDA STORICA.


	

3 dicembre 2007

Le allucinazioni di Clementina?

Filed under: Attualità,Leggi e diritto — kotbehemot @ 9:35 pm
Tags: , , , ,

Oggi leggo sui giornali dell’imminente trasferimento d’ufficio del gip Clementina Forleo. Il motivo? “incompatibilità ambientale o funzionale”. In pratica, i magistrati di Milano si sentono preoccupati, poverini, per le affermazioni della Forleo riguardo alle intimidazioni ricevute. Intimidazioni, che secondo le indagini, non sarebbero mai esistite. Nessun complotto. Quello che capisco io è : deliri di una paranoica. O peggio, di una provocatrice, di una bugiarda. Deliri che hanno creato un clima di “forte disagio” negli uffici giudiziari milanesi. E ci credo. Ma, spiegatemi, perchè mi riesce così difficile credere alla fedeltà dell’indagine? La mia impressione, ma è solo un’impressione… è che gli individui fastidiosi, ISOLATI, vengono trasferiti per via del clima di “preoccupazione” che creano. Bisogna capire. Chi lavora per noi ha bisogno di serenità. Bisogna capire chi lavora per noi.

2 dicembre 2007

Il Papa afferma “Jambalaya!”. Wow, non ci avevamo mai pensato.

Il papa oggi ha allegramente affermato che la Storia dev’essere rievangelizzata. Con toni allarmanti e anche abbastanza apocalittici (ma con quella faccia anche se dicesse “Jambalaya!” mi sembrerebbe apocalittico) dall’alto del suo rapporto privilegiato con Dio (ma de che? chi l’ha eletto papa, Dio o quattro vecchietti ammantati di rosso?) racconta la sua favoletta quotodiana. Sempre più incazzato, si scaglia contro la scienza, la ragione , il relativismo, la secolarizzazione della Chiesa (non sia mai!), le Nazioni Unite (immorali!) e in generale tutta la modernità, come male che porta gli uomini a pensare individualmente (pensare da soli fa male! allontana da Dio! la Chiesa dev’essere la guida! – giuro che nella nuova enciclica dice questo). Ebbene si, la modernità sta relegando la fede nella sfera privata e individuale. Ma, mi chiedo, avrà anche lui, il nostro vecchietto ammonitore preferito, smesso di pensare? Nella sua ansia di creare sillogismi credibili per scagliarsi contro tutto ciò che di buono c’è adesso al mondo, non ha pensato che gli orrori della Chiesa hanno visto la loro fine solo all’affermarsi della modernità? Che l’illuminismo, la scienza hanno cominciato a migliorare la vita dell’uomo qui, sulla Terra, anche per chi la speranza di un’aldilà decente non ce l’ha! Ha attaccato le Nazioni Unite: <c’è un rifiuto, ha detto, a riconoscere la centralità della “legge morale naturale” e la difesa della “dignità dell’uomo”. Le regole internazionali – ha proseguito il Pontefice – si basano solo su una ragione politica e non etica e ciò porta ad “amari risultati”.> (Da Repubblica)

La “legge morale naturale”? ma di che sta parlando? Giuro, non ho capito. E poi uno degli obiettivi principali delle Nazioni Unite non è difendere i diritti umani? Chissà, forse la dignità di un essere umano veniva meglio difesa dall’alto di una pira, mentre il fuoco purificava la sua anima.

Il nostro vecchietto preferito affetto da delirio di onnipotenza. Cerchiamo di capirlo, è decisamente nato nel secolo sbagliato, si sarebbe trovato molto meglio a incoraggiare dal suo trono i crociati all’assalto di Gerusalemme. Diavolo quanto si sarebbe divertito. Ma la salvezza, come lui stesso afferma, sta nella speranza : chi dice che già in questo istante una crociata non sia alle porte?

Ecco il pensiero di un uomo che di certo ne sa più di me, e sa esattamente quello che scrive (non si può dire lo stesso di me, nè di Joseph), il giornalista Eugenio Scalfari http://www.repubblica.it/2007/10/sezioni/esteri/benedettoxvi-17/papa-mondo/papa-mondo.html

 

 

Blog su WordPress.com.